Oscar 2015 – vincitori e premi

Al Dolby Theatre di Los Angeles si è consumata anche quest’anno l’osannata cerimonia di premiazione dell’87esima edizione degli Academy Awards.
Nessun film ha “sbancato” ed ha prevalso in modo netto come successo in altre annate e dunque i tanto celebrati Oscar sono stati suddivisi più equamente.
Tra i vincitori, segnaliamo le quattro statuette a “Birdman” del cineasta messicano Inarritu ed a “The Grand Budapest Hotel” (Wes Anderson) che si aggiudica tra gli altri il riconoscimento come miglior Colonna Sonora.

Ecco la lista completa dei vincitori:

Miglior film
Birdman, regia di Alejandro González Iñárritu

Miglior regia
Alejandro González Iñárritu – Birdman

Miglior attore protagonista
Eddie Redmayne – La teoria del tutto (The Theory of Everything)

Miglior attrice protagonista
Julianne Moore – Still Alice

Miglior attore non protagonista
J. K. Simmons – Whiplash

Migliore attrice non protagonista
Patricia Arquette – Boyhood

Migliore sceneggiatura originale
Alejandro González Iñárritu, Nicolás Giacobone, Alexander Dinelaris e Armando Bo – Birdman

Migliore sceneggiatura non originale
Graham Moore – The Imitation Game

Miglior film straniero
Ida, regia di Paweł Pawlikowski (Polonia)

Miglior film d’animazione
Big Hero 6, regia di Don Hall e Chris Williams

Migliore fotografia
Emmanuel Lubezki – Birdman

Miglior scenografia
Adam Stockhausen – Grand Budapest Hotel (The Grand Budapest Hotel)

Miglior montaggio
Tom Cross – Whiplash

Migliore colonna sonora
Alexandre Desplat – Grand Budapest Hotel (The Grand Budapest Hotel)

Migliore canzone
Glory, musica e parole di John Stephens e Lonnie Lynn – Selma – La strada per la libertà (Selma)[5]

Migliori effetti speciali
Paul Franklin, Andrew Lockley, Ian Hunter e Scott Fisher – Interstellar

Miglior sonoro
Craig Mann, Ben Wilkins e Thomas Curley – Whiplash

Miglior montaggio sonoro
Alan Robert Murray e Bub Asman – American Sniper

Migliori costumi
Milena Canonero – Grand Budapest Hotel (The Grand Budapest Hotel)

Miglior trucco e acconciatura
Frances Hannon e Mark Coulier – Grand Budapest Hotel (The Grand Budapest Hotel)

Commenti chiusi