Jovanotti alla conquista dell’America

JovanottiJovanotti sbarca in America con una raccolta ed una tournée.

Il suo sound inconfondibile è arrivato sul mercato dell’Oltreoceano con “Italia 1988-2012”, una raccolta dei maggiori successi che copre un arco di oltre un ventennio, quello in cui si è sviluppata la sua carriera artistica.
Inoltre, l’album propone quattro nuove tracce: “New York for life”, “Con la luce negli occhi” e due nuove versioni di “La porta è aperta” e di “Mezzogiorno“.
Ma gli impegni legati agli Stati Uniti non finiscono qui.
Lorenzo Cherubini, infatti, è in partenza anche per una tournée a stelle e strisce: dal 12 al 19 agosto, per poi riprendere in autunno dall’1 al 18 ottobre, l’artista si esibirà nelle città americane più importanti, da San Francisco a Los Angeles, passando per Boston e New York.

Per Jovanotti gli Stati Uniti non sono certo un terreno vergine. Nel 2011 si è esibito nell’ambito di un festival importante come quello di Bonnaroo. E forse è stata proprio la reazione del pubblico in quella occasione a convincere Jova e il suo entourage che era il momento giusto per tentare un’impresa che per un cantante italiano è sempre improbabile: conquistare il pubblico americano.
“La musica italiana in America, a meno che non si parli di opera e di “belcanto” è praticamente inesistente, più o meno come la musica pop thailandese qui da noi”, ha scritto l’artista toscano su Facebook, “il New York Times parla bene del disco e dice cose lusinghiere e io le prendo e me le metto in tasca come incoraggiamento”. Lorenzo non si presenta con romanze e serenate tipiche del repertorio melodico italiano, ma va sfidare gli americani su uno dei terreni loro più congeniali: il rap.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *