Bruce “The Boss” Springsteen depresso, ha pensato al suicidio

Bruce SpringsteenBruce Springsteen, in un’intervista al The New Yorker, ha svelato i momenti difficili trascorsi negli anni ’80, quando da sconosciuto si trasformò in star internazionale.

Un periodo decisamente nero, “segnato dalla depressione e dominato dalla paura, dal disgusto e dall’odio verso me stesso” ha raccontato lo stesso.
Il suo amico e biografo, Dave Marsh, ha spiegato “Si ritrovò al top in un colpo solo, dal nulla, con persone accanto che gli baciavano il sedere tutto il giorno. E’ in momenti come quelli che ci si domanda cosa si vuole veramente”.

Il mal di vivere, che in passato aveva già distrutto la vita di suo padre, lo aveva colpito. “Le sofferenze dei miei genitori mi dilaniano ancora e lo faranno sempre – ha ammesso il musicista – La mia esistenza ha preso un percorso diverso, ma io ho avuto una vita anomala. Alla fine quelle piaghe restano con te e tu cerchi di trasformarle in un linguaggio e in uno scopo”.
Bruce Springsteen è stata una rockstar in qualche modo anomala, non ha mai avuto problemi di droga ed è notoriamente astemio, ma dietro a quella facciata da duro rocker, il successo non gli ha risparmiato un periodo difficile.

Il Boss attualmente sta girando il mondo, promuovendo il suo ultimo “Wrecking Ball”, con uno show da ben quattro ore, niente male per i suoi 62 anni appena compiuti!

Un commento:

  1. Aldo Magalotti

    Il volto umano del rock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *